La filtrazione aria a livello industriale

Nella costruzione di un nuovo impianto industriale, di uno stabilimento produttivo di qualsiasi genere, sono numerose le decisioni da effettuare a livello progettuale, e le scelte da operare. Non ultima fra queste, anzi di fatto fra le prioritarie, è certamente quella legata agli impianti di filtrazione aria, ormai assolutamente necessari a prescindere dallo specifico ambito produttivo nel quale l’azienda in questione opera. Per quanto l’argomento sia complesso, cercheremo di riassumerlo almeno per far cogliere ai lettori l’importanza della filtrazione aria a livello industriale.

Ma perchè servono i sistemi di filtrazione aria?

L’aria è, di fatto, la sostanza assolutamente più necessaria alla sopravvivenza: l’unica senza la quale non è possibile stare per più di una manciata di secondi. Purtroppo, è anche la sostanza che maggiormente soffre dell’inquinamento industriale, perchè tutti i processi produttivi, per loro natura, generano come sottoprodotti sostanze inquinanti in particelle microscopiche. Non soltanto, inoltre, le emissioni combinate di tutte le aziende vanno ad inquinare irrimediabilmente l’ambiente; l’elevato livello di concentrazione di sostanze inquinanti all’interno di un singolo stabilimento costituisce un massiccio pericolo per la salute di chi vi lavora, con disturbi che possono andare da semplici irritazioni a gravi malattie, come i tumori. Per queste ragioni, è evidente che implementare degli opportuni sistemi di filtrazione aria è un dovere imprescindibile sia nei confronti dei propri collaboratori che dell’ambiente stesso.

La filtrazione aria ad alta efficienza

Fra i sistemi di filtrazione aria impiegati nelle aziende, hanno particolare rilievo i cosiddetti filtri HEPA (un acronimo per l’espressione inglese High-Efficiency Particulate Air-filters, filtri dell’aria per particolato ad alta efficienza). In questi apparati sono previsti ben tre livelli separati di filtrazione aria, così da garantire risultati elevatissimi. Al primo livello di questi apparati, infatti, viene utilizzato un sistema di intercettazione; in seguito, l’aria già in parte depurata affronta un sistema ad impatto; e ulteriormente purificata, prima di essere re-immessa in circolo, deve superare anche un sistema a diffusione. Com’è ovvio, questa filtrazione aria a più livelli fa sì che a ogni passaggio un maggior numero di particelle inquinanti venga trattenuto, e i risultati si vedono: dopo il passaggio in questo sistema, la filtrazione aria raggiunge livelli di efficienza pari al 99.7 %, sufficienti a garantire un’aria pulita e respirabile, libera da particelle pericolose ed inquinanti.