Pentiti? Il laser vi libera dai tatuaggi

Culturalmente, il significato del tatuaggio sta proprio nella sua permanenza: nasce come segno indelebile, che trasferisca sul corpo il ricordo di un evento, di un traguardo raggiunto, di un passaggio importante. Ma dobbiamo anche riconoscere che, nella nostra cultura, i tatuaggi sono diventati meno connotati e meno legati a profondi cambiamenti, e sono sempre più sovente legati a situazioni meno permanenti, o anche semplicemente a mode o momenti della nostra vita che possono passare – lasciandoci però un segno che, anziché piacevole e apprezzato, può diventare un peso sgradevole da portare e imbarazzante da mostrare.

In questi casi, per fortuna, oggi è disponibile un processo per la rimozione dei tatuaggi basato sulla luce laser che può benissimo liberarci da quel segno così gravoso e indesiderato, senza complicazioni o cicatrici, e senza dolore. Il raggio di luce laser viene passato sul tatuaggio e diffonde l’inchiostro fino a quando questo diventa invisibile – anche se questo può richiedere talvolta passaggi e sedute multiple.
Fra i vantaggi primari del metodo laser c’è sicuramente l’assoluta certezza che non rimarrà la minima cicatrice, e la pelle tornerà in condizioni perfette, come se il tatuaggio non fosse mai stato fatto. Questo perchè il tipo di danno è microscopico, e il laser fa sì che le cellule possano ritornare a moltiplicarsi senza danni. Ciò nonostante il processo penetra molto in profondità, e può quindi rimuovere perfettamente anche i tatuaggi moderni più complessi, nei quali l’inchiostro viene appunto immesso negli strati più profondi della pelle; e funziona anche con i tatuaggi colorati, eliminando tutti i colori, anche se questo richiede solitamente svariate sedute per ricalibrare il laser. Ma quello che è probabilmente il vantaggio più apprezzato di questa tecnica di rimozione è che il dolore è molto inferiore a quanto si potrebbe pensare, quasi impercettibile; per molti, anzi, non si rileva altro che un sommario fastidio nella zona trattata, di breve durata, talora accompagnato da un leggero gonfiore che si riduce rapidamente con l’aiuto di un po’ di ghiaccio.

Quindi, basta rimpianti: se il tatuaggio non parla più di voi, potete eliminarlo perfettamente. E senza problemi!